cartina Calabria

serie immagini
loprestef@hotmail.com

RIZZICONI
Storia, Cultura, Personaggi, Tradizioni.
A cura di Francesco Lopreste

FOTO
Francesco Arcuri

Raffaele Anastasi

Giuseppe di Giorgio

 
 
Mandami un messaggio 

I Sindaci di Rizziconi

(Per gentile concessione di Bernardo Collufio)

Per mancanza di documenti esistenti (almeno a nostra conoscenza), non siamo in grado di elencare i nomi dei primi Sindaci di Rizziconi, nemmeno di quello citato dal Trasselli che, assieme agli altri Sindaci della Piana, si recò a Terranova nel 1569 per delegare quel Sindaco a rappresentarli davanti al Vicerè al fine di poter recuperare gli ingenti crediti elargiti al Marchese di Villafranca sotto forma di derrate alimentari e, forse, anche di denaro. Tuttavia, dagli atti del Notaio Affilastro (ved. nota 22), ci risulta essere stato sindaco di Rizziconi un certo Filippo Seminara108 (1743-1798) che nel 1771 stipulava un contratto, per conto del Comune, con il Sig. Francesco Forestieri (che era stato il miglior offerente in un'asta per fitto di terre demaniali) ed un altro contratto con il Dr. G.B. Richichi, cittadino di Acquaro d'Arena, che veniva assunto come medico ordinario di Rizziconi.
Nel 1786 troviamo un sindaco a nome di Nicola Pacillè109 che in tale anno stipulava un contratto (sempre per conto del Comune e sempre per appalto di terre demaniali) con il Sig. Antonino Versace da Vatoni.
Invece, dal 1809 (anno in cui il Re Gioacchino Murat conferì a Rizziconi la giurisdizione sulla frazione Drosi) in poi, posiamo elencare, come facciamo qui di seguito, tutti i sindaci che si sono succeduti fino ai nostri giorni, giusto gli atti dell'Archivio Comunale da noi consultati molto prima che trovassero l'odierna sistemazione' 110.

1)-Burzi Francescantonio nel 1809;
2 )-Lombardo Vincenzo nel 1810;
3)-Camarda Diego dal 1811 al 1812;
4)-Montalto Domenico dal 1813 al 1814;
5).Burzì Francescantonio nel 1815;
6)-Affilastro Ferdinando dal 1816 a marzo del 1822;
7).Camarda Diego da aprile a giugno del 1822;
8)-Careri Giuseppe dalla II metà del 1822 alla I metà del 1826;
9)-Camarda Diego dalla II metà del 1826 al 1830;
10)-Affilastro Domenicantonio dal 1831 al 1834;
11)-Anastasi Vincenzo dal 1835 al 1837;
I 2)-Inzitari Francesco dal 1838 alla I metà del 1844;
13)-De Lorenzo Pasquale dalla II metà del 1844 al febraio 1847;
14)-Anastasi Vincenzo dal marzo 1847 al 1850:
15)-Cíccone Salvatore dal 1851 al 1853;
16)-Vetrò Marcantonio dal 1854 alla I metà del 1856;
17)-De Luca Giuseppe dalla II metà del 1856 al 1860;
18)-Pentimalli Antonino nel 1861;
19)-Ietto Francesco dal 1862 al 1863;
20)-Cordopatri Cesare dal 1864 alla I metà del 1873;
21 )-Ciccone Salvatore dalla II metà del 1873 al 1875;
22)-Montalto Domenico dal 1876 al 1883;
23)-Cordopatri Cesare dal 1884 al 1886;
24)-Cannatà Girolamo dal 1887 al 1894;
25)-Albanese Antonino dal 1895 al 1899;
26)-Vetrò Marcantonio dal 1900 alla I metà del 1904;
27)-Catananti Rosario dalla II metà del 1904 al 1914;
28)-De Luca Domenico dal 1915 alla I metà del 1920;
29)-Nella II^ metà del 1920 si alternano i Commissari Prefettizi: Aricò Domenico, Abadessa Antonio e Di Donato Giuseppe;
30)-Zerbi Saverio dal 1921 alla I metà del 1922;
31)-Quiligotti Tullio (Comm. Pref.) dalla II metà del 1922 alla I metà del 1923;
32)-Catananti Rosario dalla II metà del 1923 alla I metà del 1927;
33)-Panato Carmelo (Comm. Pref.) dalla II metà del 1927 al 1929;
34)-Dal 1930 al 1933 si alternano i Comm. Pref: Misiani Agostino, Acquaniti Luigi, Misiti Raffaele e, ancora, Hacquaniti Luigi;
35)-Casella Giovanni (Podestà) dal 1934 alla I metà del 1935;
36)-Ungheri D. Rodolfo (Podestà) dalla II metà del 1935 al 1937;
37)-Arcuri Ninotto (Podestà) dal 1938 ad ottobre 1943;
38)-Dal novembre 1943 all'aprile 1946 si alternano i Comm. Pref.:Cimarello Oreste, Carbone Francesco, Gioffrè Giuseppe, Lorino Giorgio e, ancora, Gioffrè Giuseppe;
39)-Gioffrè Giuseppe (Sindaco) dall'aprile 1946 all'aprile 1950;
40)-Brandolino Giuseppe (Comm. Pref.) da maggio 1950 a novembre1951,
41)-Barbera Pietro (Comm. Pref.) da dicembre 1951 ad agosto 1952;
42)-Giacco Giuseppe (Ass. Anziano) da settembre ad ottobre 1952;
43)-Coppola Giovanni da novembre 1952 a maggio 1954;
44)-Scordamaglia Giorgio (Comm. Pref.) da ..qiu2no 1954 a settembre 1956;
45)-Lopresti Michele da ottobre 1956 a novembre 1960;
46)-Gioffrè Giuseppe nel 1961;
47)-Mazzù Teodoro (Ass. Anziano) da gennaio ad aprile 1962;
48)-Argirò Domenico dal 27.4.1962 al 16.1.1964 ;
49)-Di Certo Teodoro Pietro dal 17.1.1964 al 28.2.1965;
50)-Arcuri D. Francesco dall'1.3.1965 al 10.8.1967;
51)-Galvano Vincenzo ( Comm. Pref.) dall'11.8.1967 al 17.1,1968;
52 )-Argirò Domenico dal 18.1.1968 al 14.2.1971;
53 )-Pani Salvatore (Comm. Pref.) dal 15.2. al 3.9.971;
54)-Pentimalli Giulio Leop. Dal 4.9.1971 all'1.5.1974;
55)-Salazar Domenico (Comm. Pref.) dal 2.5.1974 al 6.7.1975;
56)-Arcuri Rosario dal 7.7.1975 al 6.4.1983;
57)-Argirò Domenico dal 7.4.1983 al 29.4.1984;
58)-Di Certo Teod. Pietro dal 30.4. al 14.12.1984;
59)-Panzera Vittorio (Comm. Pref.) dal 15.12.1984 al 28.9.1985;
60)-Infantino Antonino dal 29.9.1985 al 25.5.1986;
61)-Calogero Giovanni dal 26.5.1986 all'11.8.1989;
62)-Contarino Antonio (Comm. Pref.) dal 12.8.1989 all'11.1.1990;
63)-Anastasi Raffaele dal 12.1.1990 al 18.7.1993;
64)-Loiacono Rosario Sante dal 19.7.1993 al 20.11.1994;
65)-Di Certo Antonino dal 21.11.1994 al 28.11.1998;
66)-Calogero Giovanni dal 29.11.1998 al 31.7.2000;
67)-"Commissione Straordinaria Prefettizia": Crea Francesca, Tortorella M.Laura e Fortuna Salvatore, dall'1.8.2000 al 26.5.2003;
68)-Belcastro Elio Vittorio dal 27.5.2003 al 10.4.2005;
69)-Priolo Giuseppe (Comm. Pref.) dall'11.4.2005 al 29.5.2006;
70)-Mazzù Carlo dal 30.5.2006 al 7.2.2007;
71)-Crea Francesca (Comm. Pref.) dall'8.2.2007 al 28.5.2007;
72)-Bello Girolamo Michele dal 29.5.2007 al 23.04.2009;
73)-Martino Demetrio(Comm. Pref.) dal 24.04.2009 al 29.03. 2010; 74)-Bartuccio Antonino dal 30.03.2010 al 01.04.2011;
75)-Gallo Fabrizio(Commissario. Pref.) dal 02.04.2011 a tuttoggi
76)-Giuseppe di Giorgio dal 19/06/2012 al........

Non vogliamo entrare in merito alle attività politico-amministrative dei sopraelencati amministratori, per cui concludiamo questo capitolo col ricordare che anche Rizziconi contribuì al Risorgimento d'Italia con tre dei suoi figli i quali scontarono col duro carcere la loro appartenenza alla Giovane Italia e, come tali, partecipanti ai moti insurrezionali di Reggio e Messina del 1846/47; essi sono: Domenico Montalto, Alessandro Lombardi e Teodoro De Luca. Non tralasciando di menzionare sia i rizziconesi che nel 1806 combatterono contro i francesi, per la causa borbonica, all'assedio del castello di Scilla, capitanati dal "Capo-massa", diacono Gaetano De Paola di Rosarno: Saverio Gioffré, Domenico Lopreste e Giovanni Ammendolea, sia i due diciottenni, Mimmo Ungheri e Michele Albanese, che lasciarono il paese per andare a difendere la Repubblica di Salò; nonché il giovane, Valentino Bruzzese, che dalla Francia, dov'era emigrato per ragioni di lavoro, andò volontario in Spagna per combattere contro le truppe nazifasciste del generale Franco.